Utiliziamo cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione: LEGGI

Progetti dell’Associazione SINERGIA in Siberia

Nome del progetto:
Un abbraccio a distanza per donare calore a un bambino della Siberia
Anno d'inizio del progetto: 2001
Area geografica d'intervento: Ulan-Ude, Regione della Buriatia, Siberia, Russia Orientale.

Contesto:
E' difficile immaginare i danni che la globalizzazione ed il liberismo economico possono provocare in una società economicamente arretrata come quella della Siberia asiatica. Sono rare le aziende locali che possono reggere la concorrenza dei prodotti delle multinazionali che arrivano sui mercati quotidiani. Così, ad una ad una, le aziende locali chiudono, la disoccupazione e la miseria dilagano, prostituzione e droga sono problemi reali e sono i bambini a soffrirne maggiormente. In Buriatia, Regione della Russia situata tra il lago Baikal e il confine con la Mongolia, vengono abbandonati circa 5000 neonati ogni anno.

Caratteristiche del progetto avviato:
Il sostegno a distanza si pone come obiettivo non solo il sostegno individuale del bambino abbandonato, ma anche quello della comunità che lo accoglie.
Il nostro programma di sostegno a distanza è centrato sui bambini e i ragazzi orfani della Siberia a causa della povertà dilagante e della morte precoce dei genitori.
L'associazione Sinergia in questi anni ha sostenuto quattro orfanotrofi in un'area remota della Siberia ed in modo più continuativo l'orfanotrofio-ospedale Aistionok, che cura bambini ammalati di varie patologie e accoglie in modo permanente bambini abbandonati da O a 3 anni destinati alle adozioni nazionali, e l’orfanotrofio Internat Raduga  che ospita circa 70 orfani dai 6 ai 16 anni.

Obiettivi :
L'associazione Sinergia ha come obiettivo il sostentamento dell'attività ordinaria degli orfanotrofi, con l'acquisto nello specifico di beni di prima necessità (alimenti, vestiti, medicine, giochi, apparecchiature mediche) che vengono acquistati personalmente da nostri referenti di progetto, che in Buriatia visitano le strutture, ne verificano le necessità e procedono agli acquisti insieme al personale degli orfanotrofi.

PROGETTO DI SOSTEGNO ALL'OSPEDALE-ORFANOTROFIO AISTIONOK

Ulan-Ude è capitale della Repubblica della Buryatia, una regione russa estesa come l'Italia, tra il Lago Baikal e il confine con la Mongolia.
In una foresta a 30 km dalla capitale sorge un ospedale-orfanotrofio per bambini abbandonati nei cassonetti oppure affetti da handicap vari. L'ospedale, situato a Sotnikovo, viene finanziato dal governo russo per quanto riguarda il personale, mentre per quanto riguarda alimentazione, vestiario, apparecchiature mediche e costruzioni/restauri, dai vari comuni limitrofi e da donazioni. Queste ultime fonti di finanziamento, come la precedente, sono scarse e rare.

Problemi da risolvere:
Ulan-Ude, capitale della Buryatia, consta di 350.000 abitanti e i dati, raccolti nell'estate del 2000, dicono che ci sono 2703 bambini invalidi, affetti da paralisi dorso-cerebrale; 5000 bambini che necessitano di trattamenti curativi all'anno; 968 orfani.
L'orfanotrofio-ospedale Aistionok è l'unica struttura esistente sia per la cura dei bambini sia per ospitare gli orfani di tutta la Repubblica che consta di 1.500.000 abitanti.
Le ultime notizie sulla situazione della Buryatia sono drammatiche: il numero di orfani aumenta esponenzialmente mentre i bambini abbandonati più grandi vivono in bande nelle caldaie sotterranee della città. 

Il clima:
Il clima della zona è mite d'estate, dai 18 ai 30 gradi a seconda che ci sia brutto o bel tempo, mentre d'inverno la temperatura raggiunge i -55 gradi.

La struttura:
La struttura dell'ospedale-orfanotrofio Aistionok è situata in una foresta di straordinaria bellezza naturale e salubrità rispetto alle paludi e all'umidità della città.
E' suddivisa in padiglioni, di cui solo quello centrale in cemento, mentre gli altri di legno si trovano in avanzato degrado strutturale. Infatti la struttura, creata nel 1965, originariamente consisteva in 3 case di legno, poi ha visto la costruzione aggiuntiva nel 1971 della struttura centrale in cemento.
Le strutture sono fatiscenti e pericolose sotto tutti i profili. I padiglioni sono piccolissimi, i letti sono attaccati l'uno all'altro: in una stanza vivono anche 25 bambini. Le attrezzature mediche sono praticamente inesistenti e le poche sopravvissute hanno più di 40 anni. Il personale invece è all'altezza dei compiti e in numero sufficiente.
La parte curativa-riabilitativa della struttura consta di 130 posti letto, situati in 36 piccoli reparti, di cui:

  • 60 posti letto in 3 padiglioni separati, con vasche di acqua calda che servono a trattamenti di durata media di 60 giorni;
  • 45 posti letto nel reparto allergologico e pneumologico, in cui i trattamenti durano in media 21 giorni;
  • 25 posti letto nel reparto di emergenza.

I Beneficiari:
Negli ultimi due anni l'ospedale-orfanotrofio Alstionok ha ospitato 3177 bambini dagli 1 ai 16 anni affetti da diverse malattie: 86 bambini con asma, 199 bambini affetti da dislessia, dislalia, distrofia, paralisi dorsocerebrale ecc.
La struttura inoltre ospita permanentemente 30 orfani nei 3 padiglioni di legno.

I Bisogni:
1. Vestiario
2. Attrezzature mediche
3. Giocattoli semplici
4. Strumenti per lo sviluppo muscolare dei portatori di handicap
5. Restauro padiglioni con dei pannelli di coibentazione
6. Costruzione di nuovi padiglioni di legno.

Cosa abbiamo fatto:
Nel 2001 abbiamo devoluto 5000 dollari con cui sono stati acquistati dei vestiti, fra cui 80 giubbini invernali per i bambini orfani, e si è iniziata la costruzione di una piccola area di gioco interna ad un padiglione per permettere ai bambini di correre durante l'inverno.
Nel 2002 siamo stati in grado di raccogliere offerte per circa 5000 dollari e nel 2003 per circa 2000 dollari, fondi che sono stati raccolti organizzando concerti di beneficenza e vendendo oggetti e candele ai banchetti natalizi.
Negli anni successivi Sinergia è stata presente costantemente con acquisti di vestitini, medicine e cibo, carrozzine e lettini. Nel 2008 ha comprato anche una macchina per l’elettrocardiogramma. Nel 2010 oltre all’acquisto di vestiario e altre piccole attrezzature, Sinergia ha provveduto anche ad alcuni lavori di manutenzione straordinaria della struttura con all’acquisto di una grande finestra.

PROGETTO DI SOSTEGNO ALL’ Internat Raduga:
La struttura dell'orfanotrofio Internat Raduga  è  situata a circa 700 km dalla Capitale tra la Taiga e la steppa siberiana vicino al confine con la Mongolia a la Cina. L'internat ospita circa 70 orfani dai 6 ai 16 anni. La struttura è stata costruita nel 1971 ed è interamente di mattoni, un po' triste ma ben tenuta e pulita. Il personale è molto competente, composto anche da volontari in pensione adorati dai bambini che li considerano i loro genitori.
La struttura oggi funziona con un contributo nazionale – Russo per i vettovagliamenti e il riscaldamento.

Il nostro progetto:
Dal 2008 sosteniamo con piccoli con tributi anche l’orfanotrofio Internat Raduga. Il primo intervento da noi fatto nel 2008 è stato quello di comprare loro libri, materiali e giochi.
Nell’agosto 2009 invece abbiamo lasciato loro dei fondi per ristrutturare delle piccole case fattoria che verranno utilizzate per formare i ragazzi al lavoro agricolo e consentire loro di avere un futuro lavoro ed un luogo dove vivere una volta che, raggiunti i 16 anni, dovranno uscire dall’orfanotrofio.
Nell’estate del 2010 Sinergia ha continuato la ristrutturazione delle case fattoria e ha finanziato il viaggio a Mosca di un ragazzo di 14 anni ospitato nella struttura affinchè potesse frequentare un Istituto specializzato nella formazione dei futuri scienziati ad Ivanova , piccola cittadina a due ore di macchina da Mosca.

Gli sviluppi delle attività di Sinergia possono essere seguiti iscrivendosi alla mailing list (scrivendo a info@sinergias.eu) tramite la quale vengono spedite informazioni periodiche sui nostri progetti, o sul sito di Sinergia (www.sinergias.eu) dove si possono scaricare le lettere dei nostri responsabili di progetto e dei volontari che si recano o prestano servizio sul luogo e le foto dei loro viaggi.


copyright coccolite giramondo 2016 all rights reserved